Cosa Vedere, Monumenti di Fiesole, Chiese, Edifici Religiosi a Fiesole

Chiese e Edifici religiosi

I luoghi della fede della diocesi fiesolana

Una traccia importante della potente Diocesi Fiesolana è rappresentata oggi dai luoghi della fede disseminati sul territorio comunale.
Chiese, pievi, cappelle e oratori testimoniano la passata floridità delle istituzioni ecclesistiche, ancora visibile nella straordinaria caratura delle opere d'arte conservate in ciascun edificio sacro.


Badia Fiesolana

Badia Fiesolana

E’ in assoluto il luogo di culto più illustre di Fiesole ed uno dei più visitati assieme al Duomo. In effetti la Badia, fondata attorno all’anno mille, ha ricoperto il ruolo di prima cattedrale della diocesi fiesolana, fino alla costruzione nell’ XI secolo dell’attuale Duomo dedicato a San Romolo.
Merita una visita per la rarissima impostazione architettonica della facciata in stile romanico e per le numerose opere d’arte che conserva, nonostante sia collocata in posizione decentrata rispetto al centro cittadino.
Notevole il contesto panoramico in cui si inserisce: la Badia si trova infatti al culmine di un profondo vallone attraverso il quale via Salviati collega via San Domenico alla Nuova Bolognese.
Per raggiungere la Badia basta raggiungere il Convento di San Domenico e, da lì, svoltare a sinistra (per chi viene da Firenze) in corrispondenza dell’ingresso al Cimitero di San Domenico.
Dopodichè si percorrono cento metri fino alla Badia, che si trova sulla sinistra della strada, ed il cui ex-convento ospita oggi la sede principale dell’Istituto Universitario Europeo.

Basilica di San Romolo (Duomo)

Basilica di San Romolo (Duomo)

San Romolo è la chiesa cattedrale, ovvero la sede del vescovo che amministra la diocesi di Fiesole. Svolge questa funzione sin dall’ XI secolo, quando fu eretta, e prese il posto del precedente Duomo, ossia la Badia Fiesolana.
E’ dedicata a San Romolo, evangelizzatore di Fiesole e martire, e sorge proprio nel centro di Fiesole, in Piazza Mino da Fiesole. fa parte di un ampio complesso monumentale che comprende anche il Palazzo Vescovile, il Seminario, l’Archivio Capitolare ed il Museo di Arte Sacra (Cappella di San Jacopo).
Oltre agli affreschi, alle architetture in stile romanico ed alle innumerevoli opere d’arte antiche e di immenso pregio, il Duomo di San Romolo conserva una suggestiva cripta in cui sono tumulate le reliquie del santo patrono.

Convento di San Francesco

Convento di San Francesco

Complesso monumentale posto sulla sommità più alta del colle di Fiesole, nel luogo che costituiva infatti, sin dall’epoca etrusca, l’Acropoli della città.
Oggi si raggiunge con una breve ma ripida salita panoramica che parte da Piazza Mino da Fiesole e raggiunge il complesso conventuale passando dalla terrazza del “Belvedere” con magnifica vista su Firenze e dintorni.
Il complesso monumentale del convento di San Francesco si compone della chiesa dalla facciata in stile gotico e dall’ampio edificio che ospita il convento, che presenta un imponente loggiato esterno.
Irripetibile la vista panoramica che si apprezza dal piccolo spiazzo erboso antistante il convento. Interessante da visitare anche il vasto parco digradante che circonda il complesso religioso e che mostra in vari punti affioramenti delle antiche mura etrusche.

Santa Maria Primerana

Santa Maria Primerana

Meno conosciuta di altre chiese fiesolane eppure straordinariamente in bella vista, in Piazza Mino da Fiesole, a pochi metri di distanza dal Duomo.
La chiesa di Santa Maria Primerana è infatti l’antichissimo edificio religioso che sorge immediatamente accanto a Palazzo Pretorio, sede del Comune; si nota subito (anche se molti non sanno poi come si chiama) per lo stupefacente prònao che precede l’ingresso, ossia un piccola loggia che poggia su due colonne.
Notevole la sua collocazione in posizione rialzata sopra un podio collocato nell’area che rappresentava con ogni probabilità il Foro della città romana. Santa Maria Primerana vanta il primato di chiesa più antica di Fiesole, dal momento che risale a prima dell’anno 1000; si ritiene inoltre che l’edificio sia stato ricostruito su un’antica basilica paleocristiana, a seguito del ritrovamento nell’area di sepolture di epoca longobarda.

Convento di San Domenico

Convento di San Domenico

Il convento di san Domenico si trova nella omonima località che si incontra a mezza costa sulla strada che da Firenze sale a Fiesole. Proprio dal convento prende il nome la via che, staccandosi dal Viale Volta raggiunge Fiesole.
Per chi sale a Fiesole da via san Domenico è impossibile non notare il complesso, dato che questo si sporge con la facciata principale della chiesa e con l’attiguo cimitero, proprio sulla via. Il vasto complesso fondato dai frati domenicani in epoca rinascimentale conserva una serie di opere d’arte dei più celebri pittori dell’epoca, quali Beato Angelico e Lorenzo di Credi.