Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/sites/f/fiesole.it/public_html/twitter.php on line 23

Warning: session_start() [function.session-start]: Cannot send session cookie - headers already sent by (output started at /var/sites/f/fiesole.it/public_html/twitter.php:23) in /var/sites/f/fiesole.it/public_html/lib/session_functions.php on line 7

Warning: session_start() [function.session-start]: Cannot send session cache limiter - headers already sent (output started at /var/sites/f/fiesole.it/public_html/twitter.php:23) in /var/sites/f/fiesole.it/public_html/lib/session_functions.php on line 7
Cosa fare a Fiesole, Attività Sportive a Fiesole

Sport

Le attività sportive da fare a Fiesole

Le colline ricoperte di boschi e verde che caratterizzano il territorio comunale di Fiesole, grazie ad una serie di percorsi e sentieri, incoraggiano senza dubbio la pratica degli sport all’aria aperta.

Escursioni di tutti i tipi, a piedi, in bicicletta e a cavallo, sono l’ideale in questo comprensorio in cui è possibile ammirare minuscoli borghi medievali che punteggiano un ambiente ricco di vegetazione ed in buona parte ancora intatto.

Soprattutto la zona compresa fra Vincigliata, Ponte a Mensola e Settignano, riserva una particolare attrattiva in termini di percorsi suggestivi per scoprire la storia di questi luoghi facendo sport in un contesto naturale particolarmente dal punto di vista del benessere psico-fisico.


I motivi per fare sport nei dintorni di Fiesole sono dunque numerosi:

  • la varietà di percorsi che presenta una ampia gamma di difficoltà diverse. Ciò consente a tutti gli appassionati di scegliere il tipo di percorso adatto alle proprie preferenze e al proprio grado di allenamento
  • il panorama suggestivo che trasforma i singoli itinerari sportivi in veri e propri percorsi di visita turistica. Ogni uscita qui a Fiesole fa bene non solo al fisico ma anche agli occhi e alla mente
  • la vicinanza rispetto a Firenze: le vaste distese boscose di Fiesole distano dal capoluogo meno di un quarto d’ora in macchina. In pochissimo tempo è così possibile passare dal caotico traffico cittadino alla pace delle colline attorno
  • la possibilità di scegliere percorsi su strada/fuori strada e di programmare itinerari sempre diversi grazie al vasto numero di attrattive della zona

Il bello delle colline fiesolane e dei suoi dintorni è soprattutto la grande libertà di praticare trekking, mountain-bike e passeggiate a cavallo seguendo l’inclinazione del momento: sono infatti presenti molti sentieri e percorsi tracciati e segnalati ma, volendo, è possibile programmare e affrontare senza difficoltà anche itinerari “personalizzati”.


 

Trekking

Coloro che amano camminare possono comodamente usufruire dei sentieri segnalati e costantemente manutenuti dal Comitato Alpino Italiano di Firenze.

Il CAI di Firenze ha approntato un apposito settore denominato “Colline Fiorentine a nord dell’Arno”, che riunisce i sentieri compresi nei dintorni di Fiesole. I percorsi sono in tutto 12 e si snodano prevalentemente fra la cittadina di origine etrusco e i vari borghi dei dintorni, come Settignano, Ontignano, Montebeni, Querciola, Maiano e Montereggi.

Un serie di itinerari che escono dai consueti tracciati dei sentieri CAI, privilegiando la possibilità di visitare monumenti e punti di interesse lungo il percorso, sono suggeriti nella pagina apposita “Itinerari e Natura”.


 

Mountain Bike

I boschi che circondano Fiesole appena usciti dal centro urbano invogliano gli appassionati di mountain bike ad intraprendere uscite in bici soprattutto nel fine settimana.

Particolarmente gettonati per la pratica della mountain bike i pendii che si estendono fra Vincigliata, Ponte a Mensola e Settignano: un ampio territorio in sali-scendi completamente ricoperto di foresta e punteggiato, qua e là, dai piccoli borghi medioevali.

La specialità di biking solitamente praticata sui pendii boscosi delle colline fiesolane prende il nome di Cross Country: si tratta di un’attività praticata in mountain bike su percorsi prevalentemente fuori-strada, che seguono talvolta itinerari seganti, ma più spesso si svolgono con tragitti improvvisati a seconda dei punti di interesse che si decide di visitare durante il percorso.

Ovviamente, data la diffusione della mountain-bike come sport tipico di questi contorni, è facile per i meno esperti trovare gruppi sportivi di appassionati che organizzano uscite di gruppo su itinerari prestabiliti ed organizzati sulla base di diversi gradi di difficoltà.


 

Passeggiate a cavallo

I folti boschi che circondano Fiesole danno la possibilità di visitare gli ambienti naturali che circondano Fiesole anche a cavallo.

Maneggi e agriturismi mettono a disposizione non soltanto i cavalli, addestrati per adattarsi alla cavalcatura anche da parte di principianti, e tutta l’attrezzatura necessaria, ma anche le guide ambientali in grado di accompagnare tour organizzati alla scoperta delle attrattive turistiche di Fiesole e dintorni.

Sono presenti sul territorio fiesolano anche ippovie segnalate, pensate per i più esperti che, noleggiato il cavallo, vogliono uscire per passeggiate a cavallo senza guida.


 

Parco Avventura Vincigliata

A poca distanza da Vincigliata e da Castel di Poggio si incontra il Parco Avventura, dove è possibile passare un pomeriggio di sport e divertimento con percorsi di agilità e abilità progettati per proporre diversi livelli di difficoltà.

Si tratta di percorsi che ricalcano, a livelli ludici ed amatoriali, i corsi di addestramento dei corpi militari: per vivere la rigogliosa natura della foresta che ricopre Vincigliata in modo avventuroso e sportivo.Sono presenti anche postazioni per il soft-air ed un parco giochi gratuito per i bambini.


 

Parapendio

Sfruttando i dislivelli che si creano fra i rilievi che contraddistinguono il comprensorio fiesolano, è possibile praticare il parapendio, sport che sfrutta le correnti d’aria per planare con uno speciale paracadute nei cieli di Fiesole.

Un modo avventuroso e adrenalinico per vedere Fiesole ed i le località circostanti a “volo d’uccello”. Tradizione inaugurata nientemeno che da Leonardo da Vinci che, proprio dalla cima di MonteCeceri fece compiere ad un suo discepolo il primo esperimento con la “macchina per volare” di sua invenzione.