Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/sites/f/fiesole.it/public_html/twitter.php on line 23

Warning: session_start() [function.session-start]: Cannot send session cookie - headers already sent by (output started at /var/sites/f/fiesole.it/public_html/twitter.php:23) in /var/sites/f/fiesole.it/public_html/lib/session_functions.php on line 7

Warning: session_start() [function.session-start]: Cannot send session cache limiter - headers already sent (output started at /var/sites/f/fiesole.it/public_html/twitter.php:23) in /var/sites/f/fiesole.it/public_html/lib/session_functions.php on line 7
Museo Bandini, Musei di Fiesole

Museo Bandini

Il Museo Bandini, assieme al Civico Archeologico, dal quale dista pochi passi, è il Museo di gran lunga più importante e visitato di Fiesole. E’ il Museo che ospita il patrimonio “antiquario” di Fiesole: il museo nasce infatti per raccogliere la straordinaria collezione di opere d’arte antiche raccolte in un’intera esistenza dal canonico Angelo Maria Bandini (cui si deve il nome), grandissimo appassionato di antichità.

Il Museo nasce originariamente nel 1795 nei locali dell’antico Oratorio di Sant’Ansano, abbarbicato alle pendici di Villa Medici, anche se tale collocazione corrisponde inizialmente più ad un deposito che ad un museo. Nel suo testamento, il Bandini lascia la sua straordinaria collezione in eredità al Capitolo della Diocesi di Fiesole che, nel 1913, commissiona all’architetto Castellucci la costruzione della palazzina subito alle spalle della Cattedrale che ospita ancora oggi il Museo, e nella quale vengono traslate le ricche collezioni bandiniane dall’originaria collocazione.

Il percorso di visita del Museo Bandini si articola in quattro sale, che ospitano gli antichi fondi oro (sala 1 e 2), le opere della bottega dei Della Robbia (sala 3), le nuove acquisizioni operate alla collezione dagli eredi del Bandini (sala 4). Fra le opere conservate presso il Museo, tutte pregevoli, ve ne sono alcune che merita segnalare per un esame approfondito anche da parte di chi ha poco tempo per visitare il Museo:

  • la Madonna del Parto di Nardo di Cione
  • le opere dei giotteschi Bernardo Daddi e Taddeo Gaddi
  • i Trionfi ed i Santi nel deserto dipinti da Jacopo del Sellaio, allievo di Filippo Lippi
  • la terracotta di Andrea della Robbia detta “Sant’Ansano”
  • il tondo raffigurante la Madonna col Bambino e Santi del Signorelli
  • la Madonna col Bambino attribuita a Filippo Brunelleschi

    Il Museo ha il suo ingresso in via Duprè 1: si tratta del portone adiacente all’abside del Duomo di San Romolo, a pochi metri da Piazza Mino da Fiesole e proprio di fronte all’ingresso dell’Area Archeologica. Il Museo è aperto al pubblico il venerdì, il sabato e la domenica, con orari differenti secondo la stagione:

    • gennaio – febbraio 10.00 – 17.00
    • marzo 10.00 – 18.00
    • aprile 10.00 – 19.00

    Il prezzo del biglietto ammonta a € 5 (€ 3 il ridotto) per il solo Museo Bandini, oppure € 10 (ridotto € 6) per la visita cumulativa comprensiva anche del Museo Archeologico e dell’area degli scavi.